Lancia LC2/85 n°54 - LeMans 90

Lancia LC2/85 n°54 - LeMans 90

Lancia LC2/85 n°54 - LeMans 90

SICA21F

Maggiori dettagli

SICA21F

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile in magazzino


Avvisami quando disponibile

55,00 €

Aggiungi al carrello

La LC2 è la vettura creata dalla Lancia per partecipare alle gare Sport-Prototipo dopo l'entrata in vigore dei regolamenti del Gruppo C. Scese in gara per la prima volta nel 1983.

Progettata da Dallara, l'auto aveva un motore Ferrari con testata derivata dalla 288 GTO, ed una gestione elettronica molto sofisticata per l'epoca. Era un 3 litri V8 a 90°, con due turbocompressori che potevano lavorare ad una pressione massima di 3 bar. Distribuzione a 4 valvole per cilindro e doppio albero a camme in testa, raffreddamento a liquido. La potenza massima era 840 CV a 7000 rpm. Cambio Hewland a 5 rapporti. Il diametro dei cerchi era 15 all'anteriore e 17 al posteriore.
Il telaio era in alluminio e magnesio; carrozzeria in fibra di carbonio. Il peso a vuoto era 850 kg.
Le Lancia impensierirono spesso le Porsche in termini di prestazione pura, ma sulla distanza erano messe fuori causa da problemi di affidabilità.
L'ultima versione della LC2 fu portata in gara in forma ufficiale tra l' '85 e l' '86; l'auto continuò poi a correre grazie a team privati, fino al 1991. Di questi, il più rappresentativo fu il Mussato Action Car, che proseguì lo sviluppo dell'auto nonostante il budget limitato.
Nel 1989, la macchina del team torinese disputò il Campionato del Mondo Sport-Prototipi con il numero 29. Nella gara del Nürburgring, a pilotarla furono Bruno Giacomelli e Massimo Monti.

Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Check out

PayPal